Le risorse della scuola

Le risorse organizzative

La struttura organizzativa della scuola è una complessa rete di risorse umane, strutturali e strumentali, di procedure e di norme che supportano le scelte gestionali, amministrative e didattiche.

La scuola si dà un’organizzazione affinché tutte le scelte culturali, pedagogico-didattiche, curricolari ed extracurricolari possano trasformarsi in realtà operative.

Consiglio di Istituto: organo elettivo e deliberativo formato da Dirigente Scolastico, DSGA, otto docenti, personale ATA e otto genitori. Predispone le condizioni più favorevoli alla realizzazione del Piano dell'Offerta Formativa; attraverso la Giunta Esecutiva, gestisce il bilancio dell'Istituto.

Collegio dei Docenti: è composto da tutti i docenti e delibera le attività didattico-educative dell’Istituto.

Consigli di Interclasse (scuola primaria): promuovono e coordinano tutte le attività didattiche delle classi parallele (in Cima classi verticali); prevedono spazi d’incontro con i genitori attraverso i rappresentanti di classe. Sono presieduti da un insegnante coordinatore.

Consigli di Classe (scuola secondaria): riuniscono i docenti di ogni classe e si occupano della progettazione e del coordinamento delle attività didattico-educative. È presieduto dal dirigente scolastico o dal coordinatore di classe. I rappresentanti dei genitori partecipano ai Consigli di Classe “aperti”.

Assemblee di classe: riunione dei genitori per discutere di problemi che riguardino aspetti di carattere generale della scuola o delle classi frequentate dai propri figli. Alle assemblee possono partecipare con diritto di parola il dirigente e i docenti della classe.

Dipartimenti di materia (scuola secondaria): riuniscono per ambiti disciplinari i docenti della scuola secondaria di primo grado. Ogni anno elaborano i curricoli disciplinari alla base della Programmazione didattica annuale. Si riuniscono nel corso dell'anno per coordinare tempistiche, progetti, risultati e per l'adozione dei libri di testo.

Le risorse umane a.s. 2016 - 2017

Dirigente scolastico: Sergio Roncarati

Collaboratori del dirigente:  docenti designati direttamente dal dirigente scolastico che affida loro o delega incarichi di carattere gestionale e di organizzazione didattica dei plessi. In caso di assenza del capo d’istituto il vicario ne svolge le funzioni. 

Docente vicario:  Paola Del Vecchio

Referenti di plesso: Paola Del Vecchio (Nolli Arquati), Antonietta Balestrieri (Toti), Maria Laura Giammona (Pascoli), Ornella Caprotti (Bonetti)

Funzioni strumentali: docenti con compiti di organizzazione e coordinamento su progetti specifici e gestione risorse umane.

Coordinamento e gestione delle attività di continuità: Silvia Facchinetti (raccordo infanzia/ primaria), Pamela Vergaro (raccordo scuola primaria/secondaria di primo grado), Floriana Cecchetti (raccordo secondaria di primo grado/secondaria di secondo grado)

Commissioni: gruppi d’insegnanti che lavorano su tematiche specifiche per integrare l’offerta formativa o realizzare aspetti dell’organizzazione scolastica.

Responsabili dei laboratori: gestiscono le dotazioni materiali e le modalità di utilizzo dei laboratori.

Coordinatori d’interclasse (scuola primaria): nominati dal dirigente scolastico, presiedono il Consiglio di Classe coordinando l'operato dei docenti e le attività della classe.

Coordinatori di classe (scuola secondaria):nominati dal dirigente scolastico presiedono il Consiglio di Classe e coordinano l’operato dei docenti e le attività.Docenti:scuola primaria n. 92; scuola secondaria n. 27

Personale A.T.A: Dirigente amministrativo Arnaboldi; personale segreteria n. 6; collaboratori n. 18.

I genitori e gli alunni

 

L’aggiornamento dei docenti

La formazione costituisce un elemento fondamentale a sostegno del progetto educativo. In quest’ottica, ogni anno il Collegio Docenti indica un piano di formazione che tiene conto delle progettualità. Il piano può prevedere interventi di esperti esterni, attività di autoaggiornamento, accordi con Enti, Istituzioni e Università, frequenza a corsi, seminari, convegni esterni riconosciuti dal Ministero e dall’Ufficio Scolastico Regionale.

Le risorse strutturali

Le risorse del territorio

La collaborazione con enti del territorio, basato su accordi con finalità specifiche, comporta azioni differenti legate ai bisogni individuati dal consiglio d’interclasse o di classe.

  • ASL: per valutazione di situazioni problematiche in ambito socio-sanitario
  • UONPIA: per diagnosi e valutazioni di casi con problematiche
  • Servizi sociali
  • Centro territoriale d’inclusione e Polo Start
  • Cooperative di assistenza agli alunni con gravi disabilità
  • Associazioni ed enti vari a supporto dell’integrazione
  • Enti ed esperti per servizi su progetti specifici (Emergency, Umanitaria, Comunità di Sant’Egidio, Pedibus, Nonni Amici, polizia locale, ecc.).
  • C.O.N.I.: specialisti per la preparazione a manifestazioni sportive
  • PRO PATRIA: specialisti in supporto all’attività motoria
  • Federazioni sportive
  • Comune di Milano: fondi per il diritto allo studio e varie attività tra le quali ScuolaNatura
  • Università
  • Kiwanis: organizzazione no profit

 

La scuola e la famiglia

Ai fini della riuscita del processo educativo e didattico risulta fondamentale un costante e costruttivo rapporto scuola/famiglia basato sulla condivisione di obiettivi comuni.

La collaborazione e la partecipazione delle famiglie sono un punto forte per la nostra scuola, basti pensare alle iniziative a supporto degli alunni in difficoltà o alla gestione della biblioteca.

Per favorire un’effettiva collaborazione fra docenti e famiglie e una partecipazione attiva alla vita scolastica, i genitori realizzano varie iniziative culturali, sportive e ricreative quali le feste della scuola. Inoltre, sostengono anche finanziariamente alcune attività a integrazione del curricolo.

Nella scuola secondaria annualmente i genitori di ogni classe eleggono i loro quattro delegati che partecipano ai Consigli di classe aperti ai rappresentanti eletti e fanno opera di coordinamento e di informazione presso le altre famiglie.

Nell’arco dell’anno scolastico, la collaborazione delle famiglie con la Presidenza e i docenti si realizza attraverso colloqui periodici, oltre che con la partecipazione collettiva alle assemblee ordinarie (o straordinarie) di classe.

Gli insegnanti mettono a disposizione uno spazio orario settimanale per colloqui individuali, su prenotazione, con i genitori che lo richiedono.

Anche nella scuola primaria la collaborazione tra genitori e scuola avviene attraverso tre canali: in assemblea per confrontarsi su aspetti organizzativi, incontri individuali per esaminare il percorso formativo dei singoli alunni e l’elezione del rappresentante di classe che partecipa ai Consigli d’interclasse.

Parte essenziale del dialogo educativo è il rispetto di regole finalizzate alla crescita individuale al buon funzionamento della scuola. Esse sono esplicitate nel Regolamento Interno e nel Patto Educativo di Corresponsabilità al cui rispetto sono tenute tutte le componenti che interagiscono nella scuola.

 

Le associazioni dei genitori costituitesi all'interno delle varie scuole

 

Accesso a Scuolanext

Personale scolastico

 

albo on line

Associazioni Genitori

Menu

amministrazione trasparente

Iscrizioni online

Inizio